ALTRE ESCURSIONI A CHIESA IN VALMALENCO - GALLERIA DI IMMAGINI; CARTA DEL PERCORSO

Punti di partenza ed arrivo
Tempo necessario
Dislivello in altezza
in m.
Difficoltà (T=turistica, E=escursionistica, EE=per escursionisti esperti)
Chiareggio - Ponte sul torrente del Muretto -Alpe Forbesina - Ponte sul torrente di Val Sissone - Ponte sul torrente Mallero - Chiareggio
1 h e 30 min.
60
T



Val Sissone

Chiareggio, in alta Valmalenco (m. 1612; cirècc, cirécc o ciarécc), è uno dei più famosi centri di villeggiatura estiva dell'intera Valtellina. Fra le attrattive che offre, vi è anche quella di essere base per numerose ed interessanti escursioni. Ma c'è anche chi preferisce il relax di una meno faticosa passeggiata, optando per il classico giro dei Tre Ponti, un bell'anello che permette di scoprire gli angoli più suggestivi dell'ampia piana denominata Pian del Lupo.
Saliamo, dunque, a Chiareggio da Chiesa Valmalenco, imboccando la strada per San Giuseppe e Chiareggio. Raggiunta la frequentatissima località e lasciata l'automobile nel parcheggio che si trova al termine dell'abitato del paese, ci incamminiamo sulla pista sterrata che attraversa il Pian del Lupo (cattiva trasposizione in italiano di cià lla lòp, o ciàn de la lòp, vale a dire il piano della loppa, o lolla, materiale di scarto derivato dalla cottura del ferro: niente a che fare con i lupi, dunque!), seguendo le indicazioni per i rifugi Tartaglione-Crispo e Del Grande-Camerini.


Pian del Lupo

Durante il cammino, potremo gustare lo scenario superbo della testata della Val Sissone (val de sisùm) con le cime di Chiareggio al centro, ed ai lati, un po' defilati, la parete nord del monte Disgrazia (a sinistra) ed il monte Sissone (còrgn de sisùm, chiamato anche piz sisùm e, dai contrabbandieri, “el catapìz”, a destra).
La pista conduce al ramo del torrente Màllero che scende dalla valle del Muretto; il primo ponte ci permette di guadagnarne la riva opposta, dove, ignorati i cartelli per il rifugio Del Grande-Camerini e la bocchetta del Forno, restiamo sulla sinistra.


Pian del Lupo

In breve la pista ci porta al maggengo di Forbesina (spesso indicato anche come alpeggio, m. 1656), dalle origini assai antiche. Se ne fa menzione, infatti, già in un documento del 1544, nel quale si parla di “alpis et montium de forvexina”. Maggengo assai frequentato, come testimonia una mappa del 1816 che riporta 34 abitazioni. Siamo all'ingresso della Val Sissone, e troviamo i triangoli gialli dell'Alta Via della Valmalenco, perché di qui passa la prima parte della sua terza tappa.
Non dobbiamo però proseguire verso l'interno della valle, bensì, all'ingresso del nucleo delle baite dell'alpe, prendere a sinistra (segnalazione sempre dell'Alta Via), per imboccare un sentierino che in breve porta al secondo ponte, il quale ci permette di superare il ramo del torrente Mallero che scende proprio dalla Val Sissone.


Chiareggio

Sul lato opposto del torrente, ci colpisce la sterminata ganda costituita dall'enorme numero di massi portati a valle proprio dalle acque del torrente. Ora dobbiamo prendere a sinistra, ignorando la deviazione a destra del sentiero che sale ad intercettare il tratturo che da Chiareggio porta ai rifugi Gerli-Porro e Ventina. Procediamo dunque in direzione nord-est, non lontani dal torrente Mallero, fino ad intercettare il già menzionato tratturo per i rifugi Gerli-Porro e Ventina, che in breve ci porta al terzo ponte. Varcato il ponte, ci ritroviamo all'ampia spianata del parcheggio, e possiamo tornare all'automobile.

CARTA DEL PERCORSO sulla base della Swisstopo, che ne detiene il Copyright. Ho aggiunto alla carta alcuni toponimi ed una traccia rossa continua (carrozzabili, piste) o puntinata (mulattiere, sentieri). Apri qui la carta on-line

GALLERIA DI IMMAGINI

ALTRE ESCURSIONI A CHIESA IN VALMALENCO

Copyright © 2003 - 2017 Massimo Dei Cas La riproduzione della pagina o di sue parti è consentita previa indicazione della fonte e dell'autore (Massimo Dei Cas, www.paesidivaltellina.it)

Copyright © 2003 - 2017 Massimo Dei Cas Designed by David Kohout