Fra i percorsi di mountain-bike (o di trekking) offerti dal versante retico mediovaltellinese, bisogna annoverare anche un interessante anello che, partendo da Montagna in Valtellina, sale all'alpe di Mara, effettua una traversata fino a Boirolo (termine che deriva dalla radice “bo” di bue) e torna a Montagna passando per Tresivio. A Montagna si sale partendo da Sondrio e percorrendo la strada provinciale Panoramica dei Castelli. Superiamo, così, la località di Colda e raggiungiamo il paese: staccandoci dalla provinciale, passiamo per il centro e proseguiamo sulla strada che conduce all'alpe Mara, passando per la chiesetta di santa Maria Perlungo.
La salita regala importanti soddisfazioni panoramiche: bello è, per esempio, il colpo d'occhio sulle cime del Druet, sul versante orobico, e sui maggenghi che si alternano su entrambi i lati della valle del Davaglione. Al fondo in asfalto si sostituisce quello in terra battuta, finché, inanellato un tornante dopo l'altro, giungiamo alle soglie dell'alpe Mara, poco sotto quota 1700.
Troviamo, ora, sulla destra una pista tagliafuoco tracciata di recente, che si stacca da quella principale, e punta decisamente ad est, tagliando il fianco montuoso ed avvicinandosi al cuore della valle di Rogna. In alcuni punti la pineta si apre, e mostra, verso sud-est, il punto di arrivo della traversata, cioè il maggengo di Boirolo, sopra Tresivio. La pista termina ad una piazzola, per lasciare il posto ad un sentierino: dobbiamo, quindi, scendere di sella e proseguire, guidati anche da qualche segnavia rosso-bianco-rosso, fino al cuore della valle, dove attraversiamo il torrente Rogna sfruttando un ponticello, a quota 1640, dove troviamo anche un cartello della Comunità Montana Valtellina di Sondrio.
La traversata prosegue sul lato opposto (cioè quello orientale) della valle, fino a raggiungere le baite più alte del maggengo di Boirolo, poco sotto quota 1600. Inizia, ora, una lunga discesa
su una strada asfaltata, che, passando per la località Prasomaso, dove si trova l'ex sanatorio Umberto I, conduce alle frazioni alte di Tresivio.
Scendendo ancora, ci avviciniamo al bel santuario barocco della Santa Casa. Al termine della discesa, intercettiamo la provinciale panoramica dei Castelli, e la percorriamo verso ovest (destra), passando per Poggiridenti e per la chiesa della Madonna del Carmine, oltrepassata la quale una breve salita ci riconduce al centro di Montagna.

CARTA DEL PERCORSO sulla base della Swisstopo, che ne detiene il Copyright. Ho aggiunto alla carta alcuni toponimi ed una traccia rossa continua (carrozzabili, piste) o puntinata (mulattiere, sentieri). Apri qui la carta on-line

ALTRE ESCURSIONI A MONTAGNA

Copyright © 2003 - 2017 Massimo Dei Cas Designed by David Kohout